KINESIOLOGIA TRANSGENERAZIONALE

kinesiologia transgenerazionale

 

Questa suggestiva disciplina nasce dal risultato di studi effettuati negli ultimi decenni che hanno messo in evidenza strane e ripetitive coincidenze di eventi nelle storie familiari dei pazienti e a ipotizzare l’esistenza di un inconscio che si trasmette lungo le generazioni. D’altra parte già Freud aveva affermato in Totem e tabù che i processi psichici si prolungano da una generazione alll’altra.

"I bambini e i cani sanno sempre tutto, e soprattutto quello che non viene detto", disse una volta la psicanalista francese Françoise Dolto,.

Pare infatti che già nella più tenera infanzia i bambini siano in qualche modo a conoscenza dei segreti di famiglia anche se in maniera inconsapevole. Questo qualcosa di non detto, spesso un fatto tragico oppure una vergogna da nascondere - una morte misteriosa, un fallimento, una nascita illegittima, un incesto - viene tramandato nel tempo, fino a generare sofferenza psichica o fisica.

Attraverso la kinesiologia transgenerazionale è possibile venire a conoscenza di questi eventi e grazie alla consapevolezza è possibile cambiare la prospettiva ed interrompere il processo di ripetizione degli stessi.

Altro fattore molto importante del test kinesiologico transgenerazionale unito alle costellazioni familiari è la determinazione dell’archetipo familiare all’interno dei quali ogni individuo è in qualche modo costretto e che solitamente è determinato dal posto vacante lasciato dagli antenati.

Il vantaggio di questa tecnica è che la presa di coscienza permette il cambio di prospettiva necessario per il cambiamento.